Tendinite della zampa d’oca

Apr 3, 2024 | Consigli, Traumatologia

La tendinite della zampa d’oca è una condizione dolorosa che colpisce la zona interna del ginocchio. È spesso causata da movimenti ripetitivi alle articolazioni, come piegamenti e sollevamenti delle gambe durante attività sportive.

I sintomi più comuni riguardano il dolore, il gonfiore e la difficoltà di movimento che possono essere trattati con il riposo, o interventi di fisioterapia.

Per comprendere al meglio come affrontare questa condizione, nell’articolo vedremo:

Cos’è la tendinite della zampa d’oca

La tendinite della zampa d’oca è una condizione molto dolorosa che comporta l’infiammazione del punto di intersezione del tendine comune dei muscoli sartorio, gracile e semitendinoso i quali, tutti insieme, sembrano avere un aspetto palmato che ricorda la forma proprio di una zampa d’oca.

Questa struttura, così denominata, si trova nella parte anteriore-mediale del ginocchio, a lato della porzione tibiale dell’articolazione. I muscoli e i tendini localizzati in questa parte del corpo servono a stabilizzare il ginocchio, a flettere la gamba indietro e farla ruotare internamente. Senza di essi, insomma, non potremmo nemmeno accavallare le gambe.

Quali sono i sintomi della tendinite della zampa d’oca

La tendinite della zampa d’oca si manifesta soprattutto nelle persone che praticano sport, quali la corsa, lo step e la bicicletta. A essere più colpite sono le donne.Il sintomo principale è il dolore che impedisce il movimento, soprattutto nelle sue fasi più acute. Altre manifestazioni dell’infiammazione sono il bruciore nella parte superiore e interna della tibia.

Quali sono le cause della tendinite della zampa d’oca

I fattori per l’insorgenza della tendinite della zampa d’oca possono essere diversi. Sicuramente la causa scatenante maggiormente diffusa è l’artrosi al ginocchio, che viene riscontrata nel 70-80% dei casi di questo tipo di tendinopatia. Anche il dismorfismo degli arti inferiori, le contratture muscolari e i traumi diretti, o indiretti possono portare allo sviluppo di questa patologia.

È bene ricordare che, almeno in parte, la tendinite della zampa d’oca si può prevenire facendo attenzione a non sovraccaricare le articolazioni delle gambe, mantenendo un peso corporeo idoneo e uno stile di vita sano, che comprenda una dieta equilibrata.

Bisogna, inoltre, evitare di esagerare con lo sport se non si è abituati e tenere un programma di allenamenti in linea con le proprie capacità

Come trattare la tendinite della zampa d’oca

Trattare la tendinite della zampa d’oca può rivelarsi un processo lungo con possibili recidive, in particolar modo quando l’infiammazione è legata a qualche patologia cronica.

Recandosi da un professionista questo tipo di condizione può essere facilmente diagnostica. Il paziente verrà invitato a osservare un periodo di riposo che può andare dai 7 ai 10 giorni, evitando qualsiasi tipo di attività sportiva. Sarà utile applicare del ghiaccio sulla zona dolorante anche più volte al giorno, per 10-15 minuti.

Per aiutare nel recupero, si possono utilizzare anche delle pomate ad azione locale e degli antinfiammatori per via sistemica.

Se nonostante il periodo di riposo l’infiammazione non è diminuita e non si vedono particolari miglioramenti, il paziente potrà eseguire fisioterapia, trattamenti strumentali, come laser o ultrasuoni, ma anche delle sedute di infiltrazioni con anestetici e antinfiammatori.

Richiedi un consulto

Nominativo*
Autorizzazione privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.