Trekking e dolore al ginocchio in discesa

Gen 15, 2024 | Consigli

Il trekking è un’attività molto amata e che, se fatta in maniera corretta senza caricare troppo le articolazioni del ginocchio, fa bene alla salute. Per molti escursionisti, però, il momento della discesa può diventare un momento complicato in cui provare dolore.

Questo disagio, spesso descritto come a volte come acuto presente durante l’attività ed altre come sordo ma persistente al termine dell’attività, colpisce, generalmente, la zona della rotula, o la parte più esterna del ginocchio, influenzando l’escursione.

Nell’articolo andremo a comprendere quali sono le caratteristiche di questo dolore al ginocchio e come evitare che si presenti.

Ginocchio: com’è il dolore dell’escursionista?

Anche gli escursionisti più esperti possono soffrire di dolore al ginocchio durante la discesa. Il dolore viene, molto spesso, localizzato nella parte anteriore ed esterna del ginocchio che sono di pertinenza della rotula.

Possiamo dire che la sua origine è da ricercare nell’infiammazione del tendine rotuleo o nel sovraccarico dell’articolazione tra femore e rotula a causa di sforzi ripetuti. Questa infiammazione può, inoltre, coinvolgere anche la bandelletta ileo-tibiale, una parte del muscolo della coscia che si collega al ginocchio.

È bene che chi fa trekking presti attenzione a questo sintomo perché il dolore, unito alla stanchezza di una lunga camminata in salita, può aumentare il rischio di gravi traumi, o lesioni, al ginocchio anche se si è in buono stato di salute.

Dolore in discesa come si presenta

Il dolore al ginocchio durante la discesa può presentarsi in diversi modi. Generalmente, però, possiamo dire che esso si verifica nella zona della rotula, sul lato esterno del ginocchio, irradiandosi, a volte, lungo il tendine rotuleo e coinvolgendo la bandelletta ileo-tibiale.

Il dolore, viene descritto come sordo, acuto, o pulsante, può essere costante, oppure aumentare a fronte di particolari movimenti, come la flessione del ginocchio durante la discesa. La differenza nella percezione del dolore dipende dalla causa e dalla gravità della patologia.

Tra i sintomi che la persona può percepire c’è anche l’infiammazione, con il ginocchio che potrebbe apparire caldo e più gonfio. Alcune persone, inoltre, potrebbero avvertire una sensazione di instabilità o debolezza nel ginocchio durante la discesa, rendendo difficile mantenere l’equilibrio.

Ricordiamo che se la causa del dolore è il sovraccarico, o l’infiammazione dovuti allo sforzo, esso potrebbe peggiorare durante la discesa ed è quindi bene prestare sempre la massima attenzione.

Dolore in discesa perché viene

La causa del dolore al ginocchio dell’escursionista, come abbiamo visto, è da ricercare nell’infiammazione del tendine rotuleo, associato o meno a quello della bandelletta ileo-tibiale, o nel sovraccarico dell’articolazione femoro-rotulea.
Tra i vari fattori che possono provocare questo comune problema tra gli escursionisti, troviamo:

  • Uno sforzo eccessivo: La camminata lungo terreni difficili, accidentati e ricoperti di rocce, può mettere una pressione eccessiva sulle articolazioni del ginocchio.
  • Sindrome da sovraccarico: Lunghe ore di trekking possono sovraccaricare le articolazioni, portando a tutta una serie di sindromi come quella della banda ileo-tibiale, o la tendinite rotulea, che possono provocare dolore al ginocchio.
  • Scorretto allineamento della rotula sul femore: se la rotula non scivola correttamente sul solco presente sul femore che la deve accogliere, soprattutto in discesa, viene a crearsi un conflitto che sovraccarica ed usura la cartilagine provocando dolore.
  • Terreno irregolare: Dislivelli, presenza di rocce, terreni scoscesi, possono aumentare il rischio di infortuni al ginocchio durante un’escursione.
  • Mancanza di preparazione fisica: La mancanza di allenamento, o di un adeguato riscaldamento, possono rendere i muscoli attorno al ginocchio più suscettibili agli infortuni.
  • Scarpe non adatte: L’uso di calzature non adatte, o non sufficientemente ammortizzate, possono contribuire a creare problemi al ginocchio, in particolare durante le discese.

Nel caso in cui il dolore continui a persistere, è bene consultare uno specialista in ortopedia che potrà eseguire una valutazione più approfondita e determinare il trattamento più adeguato.

Ginocchio: com’è il dolore dell’escursionista?

Il dolore al ginocchio dell’escursionista può variare da persona a persona per intensità e caratteristiche. Viene perlopiù descritto come un fastidio localizzato nella zona della rotula, o sulla parte esterna del ginocchio. Può essere lieve, o intenso, ed essere percepito come sordo, acuto, o pulsante.

È un dolore che, generalmente, compare a fine escursione su terreni ripidi o accidentati. Alcuni escursionisti potrebbero percepire una sensazione di instabilità o debolezza nel ginocchio, influenzando l’equilibrio durante la discesa.

Il dolore può aumentare con movimenti specifici, come la flessione o l’estensione del ginocchio, e può diminuire con il riposo.

Ricordiamo che il persistere del dolore, o il suo peggioramento, necessita di una valutazione medica approfondita.

Trekking: i consigli per evitare il dolore alle ginocchia in discesa

Affinché la discesa non risulti dolorosa e possa evitare lo sviluppo di traumi o lesioni al ginocchio, è importante che l’escursionista studi bene il percorso che dovrà affrontare, andando a conoscere i punti in cui saranno presenti dei dislivelli importanti. Ricorda sempre che più è complesso il percorso di trekking da affrontare, più la preparazione sarà importante.

Una volta in cui si è raggiunta la vetta, prima di scendere è bene fare un adeguato riscaldamento e un po’ di stretching. Questo perché dopo essersi riposati alla fine della salita, i muscoli si saranno raffreddati, aumentando il rischio di farsi male se non si è adeguatamente preparati.

Sarà importante, inoltre, avere con sé l’attrezzatura più adatta, composta da scarpe e scarponi della giusta misura, un kit di pronto soccorso, antinfiammatori e ghiaccio secco. Lo zaino non dovrà mai essere troppo pesante ed è sempre bene dotarsi di buoni bastoncini da trekking. Essi, infatti, possono fornire il giusto supporto durante la discesa, evitando di caricare troppo peso sulle articolazioni.

La cosa più importante da ricordare è che per eseguire qualsiasi attività fisica, in particolare per il trekking, è fondamentale essere preparati muscolarmente per effettuarla. Se questo non avviene le probabilità di provare dolore e di infortuni diventano molto elevate.

Richiedi un consulto

Nominativo*
Autorizzazione privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.